Scommesse: raddoppi e progressioni? Il modo migliore per perdere soldi

S

A volte ritornano. Ebbene sì, ogni tanto mi arriva qualcuno che pensa di aver scoperto l’acqua calda e sostiene che con i raddoppi o altre forme di progressioni è possibile vincere, mentre invece reputo che si tratti solo del modo più facile per perdere soldi.
Vi dico quello che ho visto in oltre 20 anni di scommesse, poi ci può anche essere l’eccezione, ma il mio scopo è sempre quello di essere un buona guida, di essere un buon fratello maggiore e suggerire di giocare un raddoppio è sbagliato.
Elenco di seguito le cose che mi ogni tanto qualcuno prova a rifilarmi e che ho scartato.

Raddoppi: serie sulla X

La logica è quella della roulette, c’è chi dice di giocare sempre un segno, magari un Punta X che è dato in genere a quota 3.00 o oltre e continuare a giocarlo raddoppiando la scommessa fino a che non si verifica. Il concetto all’inizio sembra interessante, poi quando la cifra diventa grande e perdete tanti soldi vi metterete a piangere. Non solo, ogni volta starete in ansia perché non state giocando correttamente, state solo utilizzando un metodo matematico, ma non ci ho mai visto nessuno vincere. Semmai perdere e tanto. Perché vi basterà anche solo una volta nella vita che non vi entri una serie per lungo tempo e avrete perso non solo i soldi guadagnati, ma molto di più. Piangerete. Conosco tantissimi scommettitori e tutti ci sono passati e tutti hanno abbandonato. Anche qui non fatevi illudere da qualche fanfarone del web.

Raddoppi: serie a Quota 2

Oltre alle serie sulla X c’è chi suggerisce poi di fare a “rappoppio” a “quota 2” o simili, per indicare che “basta” (come se fosse una passeggiata di salute) vincere una scommessa a quota 2.00. Bene, per farlo significa o che giocate una singola ad alto rischio oppure che giocate una multipla. A quel punto iniziate a perdere perché non vi entra la quota 2.00, presi dalla disperazione iniziate a giocare tante partite a quote basse e naturalmente perdete di nuovo. A quel punto intanto la cifra da inserire a raddoppio è diventata altissima e succede poi quando detto prima. Per una che vi entra basta che una sbagliata per farvi molto male.
Non perderete i 50 euro al mese al massimo che suggerisco di giocare bensì molto, ma molto di più.

Altri tipI di progressioni

Esistono poi altri tipi di progressioni più o meno validi, la sintesi è che potete perderci tutto il tempo che volete, ma alla fine non vi porteranno frutti o quando arriveranno avrete nel tempo perso il buonumore e la salute. Questo perché quando le cose non vanno in una progressione si è costretti poi a trovare modi per rientrare, quello alza il rischio, alza il fattore azzardo, diminuisce la probabilità di vincita. Perché perdere il buon umore per le scommesse sportive? Non ha senso. Esistono poi altre varianti di progressioni, tra cui il Masaniello che in passato poteva essere utile come sistema di money management, ma che ora ritengo ormai superato. Esiste poi una versione del Masaniello che si chiama Masatrading, ma non mi piace, tanto rumore per nulla: i difetti sono sempre i soliti; alla fine si è costretti a scommettere ad una quota prestabilita per recuperare tutto il perso, e questo non va bene.

Conclusioni

Dalla mia esperienza ultraventennale nel mondo delle scommesse sportive, sconsiglio a tutti vivamente di usare qualsiasi forma di progressione, perderete solo il buon umore e soldi. Diventerete schiavi di un meccanismo pericoloso.

Soluzione migliore?

Consiglio a tutti di seguire il metodo QSC. Giocare solo scommesse singole, cercare di ottenere un obiettivo di vincita di almeno il 20-50%, ma se non riuscite nessun problema, meglio uscire in void che forzare la mano per vincere ad una quota prestabilita. Una volta che avete imparato a fare bene con le singole, potete passare al Betting Exchange che è il miglior metodo per scommettere.
Consiglio questo articolo del sito BettingExchange.it: sono meglio le scommesse singole o le multiple?
Chiudo ricordando che il punto principale per vincere con le scommesse sportive rimane sempre il pronostico, senza di esso non si va da nessuna parte e se qualcuno vi dice il contrario, dubitate fortemente di lui, probabilmente vi sta vendendo fumo.
Saper realizzare un buon pronostico è fondamentale per vincere con costanza.

Quote

Clicca qui per registrarti a Betflag
Clicca qui per registrarti a Betfair
Il gioco è riservato ai maggiori di 18 anni e può provocare dipendenza.





Iscriviti al mio canale Youtube


Se ti è piaciuto questo articolo condividilo utilizzando i pulsanti qui in basso.

Informazioni sull'autore

Giulio Giorgetti

Amministratore dello storico sito Quote Scommesse Calcio, disponibile all'indirizzo www.QuoteScommesseCalcio.com, il sito con le percentuali di pronostici vincenti più alte al mondo.

Amministratore del sito BettingExchange.it, disponibile all'indirizzo https://bettingexchange.it, il punto di riferimento in Italia per il Betting Exchange (Punta e Banca).

3 Commenti

  • Grazie mille per la risposta…facendo delle prove su carta senza giocare, ho notato effettivamente che la quota della X scende piuttosto lentamente, e anche se la giocata richiede uno stake basso ci va cmq troppo tempo affinché si possa chiudere con un buon guadagno…
    Quindi anche se è chiaro che non intendessi il “punta X” come giocata legata ai raddoppi ma fine a se stessa, non è una strategia che meriti troppa attenzione..
    Grazie ancora! Il tuo parere serve a fugare del tutto eventuali dubbi.. 😂

  • Io mi sono sempre chiesto: è già difficilissimo anche nel trading giocare in singola, figuriamoci buttare 2-3 pronostici per un raddoppio, peggio ancora giocato con combo come 1X+over tanto per fare un esempio (e sono sicuro che farai un articolo pure su queste famigerate combo).
    Quindi se sono in attivo, in giornate dove non mi piace particolarmente nulla, magari una multiplina del divertimento da 2 euro la faccio ma più per svago che per altro.

Di Giulio Giorgetti

Quote Scommesse Calcio

Commenti recenti

Articoli recenti

Categorie

Altri siti