Scommesse Live: la squadra sfavorita che fa un ottimo primo tempo poi cala

S

La squadra sfavorita che fa un ottimo primo tempo
TENDE A CALARE nel secondo

Giulio Giorgetti

Qui su PronosticiCalcio.com continuo a darvi tutti i migliori consigli sulle scommesse maturati in oltre 20 anni di esperienza. Questa volta vi parlo di una casistica molto frequente nelle scommesse live e si tratta di un cambiamento radicale che avviene in genere tra le due frazioni di gioco.
Prendo ad esempio il match Fiorentina – Juventus. La squadra bianconera partiva favorita su questo match, da un punto di vista anche del mio pronostico avevo ipotizzato un suo risultato favorevole (X2), i viola però hanno onorato il derby-non-derby con un’ottima prestazione, al di sopra delle capacità mostrate durante il campionato.
I viola hanno avuto due occasioni clamorose, in un caso in realtà è una “non occasione” visto che le è stato negato un rigore con l’ennesimo flop della VAR e in un altro caso hanno preso un palo clamoroso. Poteva benissimo finire un primo tempo con l’1-0 per i viola.
A questo punto ai miei amici fiorentini ho scritto su Whatsapp quanto riportato di seguito: “Il secondo tempo la sfavorita che ha giocato bene il primo tempo cala. Insomma, mettetevi l’anima in pace.”.

Come è andato poi il secondo tempo? Di fatto non c’è stata partita, la Juventus ha preso le redini del gioco, ha chiuso la Fiorentina nella sua metà campo ed è passata in vantaggio. A quel punto i viola potevano sperare al massimo in un pareggio, ma non in una vittoria.
Quello che ho notato è proprio questo: se la squadra sfavorita gioca al massimo delle sue potenzialità nel primo tempo, poi tende a calare nel secondo.
Se poi arriva un goal della favorita allora può crollare definitivamente, difficile che riesca a ribaltare il match.
Molto raramente ho visto una squadra sfavorita fare un ottimo primo tempo e continuare nel secondo.

Varianti

Diverso è invece il caso in cui la sfavorita giochi alla stesso livello, o al di sotto della favorita: in questo caso nel secondo tempo potrebbe crescere e addirittura vincere.
Altro caso è se la Fiorentina avesse concretizzato la bella prestazione del primo tempo con un goal: in quel caso il match sarebbe anche potuto finire 1 o 1X.
Il problema principale è infatti quando, a seguito di un’ottima prestazione nel primo tempo, la squadra sfavorita non riesce a portarsi in vantaggio.
Durante l’intervallo, c’è una pausa che è fatale.
Non succede solo in Serie A o nei massimi campionati, ma anche a livello amatoriale.
In passato ho allenato una squadra di calcetto femminile con cui ho fatto un ottimo campionato e avevo notato questo effetto. Risolsi il problema in un modo, non facendo andare la squadra in panchina per riposarsi, lasciandola in campo a fare passaggi con il pallone.
In questo modo ho creato continuità tra il primo e il secondo tempo, e i risultati erano ottimi, la concentrazione rimaneva alta.
Ora fino a che qualche allenatore non copierà il mio metodo :), sappiate che se c’è una sfavorita che fa un ottimo primo tempo, nel secondo tempo sarà la squadra avversaria a farsi sotto.
Completo l’analisi per dirvi che preferisco di gran lunga le scommesse prematch, quindi prima che inizi la partita, a quelle live. Avere comunque esperienza di come possono muoversi le partite mi permette di avere un maggior controllo sulla scommessa realizzata.

Quote

Clicca qui per registrarti a Betflag
Clicca qui per registrarti a Betfair
Il gioco è riservato ai maggiori di 18 anni e può provocare dipendenza.





Iscriviti al mio canale Youtube


Se ti è piaciuto questo articolo condividilo utilizzando i pulsanti qui in basso.

Informazioni sull'autore

Giulio Giorgetti

Amministratore dello storico sito Quote Scommesse Calcio, disponibile all'indirizzo www.QuoteScommesseCalcio.com, il sito con le percentuali di pronostici vincenti più alte al mondo.

Amministratore del sito BettingExchange.it, disponibile all'indirizzo https://bettingexchange.it, il punto di riferimento in Italia per il Betting Exchange (Punta e Banca).

7 Commenti

    • Finale di Champions League, Juve – Real. Una Juventus che gioca con coraggio e fa un signor primo tempo, non molla niente, se la gioca alla grande e rischia persino il vantaggio dopo aver pareggiato. Quantomeno partita alla pari, quando in realtà il Real era, almeno secondo me, la vera favorita della partita. Poi crollo verticale della Juventus, e partita tutta in mano al Real Madrid. Forse un po’ forzata come cosa, non saprei. Ma a me ha dato quella sensazione. Parlando da juventino, potrei anche aver visto “un’altra partita” 😀

  • Ottimo Giulio. Tutto verissimo. Mi viene in mente un altro esempio abbastanza recente e non gradito agli juventini come me: Real Madrid – Juventus (ultima finale di Champions League).

  • Buongiorno Giulio. Direi proprio che hai ragione, il calcio è pieno di queste casistiche…se poi aggiungiamo anche l’ipotesi di accadimenti sfavorevoli(palo, rigore negato ecc) allora il tutto aumenta sensibilmente!

  • Buongiorno Giulio,
    questa e’ una verita’ sacrosanta, a patto che l’individuazione della vera squadra
    sfavorita sia conseguenza di un buon pronostico e non dalle quote fornite dai bookmakers. Ricordo ancora le legnate che ci ho preso fidandomi solo delle quote di quest’ultimi.

  • Ciao Giulio! si concordo e penso l’abbia notata pure Allegri. Consapevole di avere le coppe si è visto chiaramente il tentativo di sfiancare la Fiorentina, per poi pungere nel secondo tempo quando il ritmo è destinato a calare. Diciamo che la Juve è anche forte per avere ricambi adeguati. Infatti ha inserito Douglas Costa che ha fatto sfracelli. Personalmente però seguo i tuoi consigli e preferisco giocare sui 90 minuti dando fiducia al mio pronostico iniziale. Ovvio che seguendo la partite se ci si accorge di qualcosa grazie al Betting Exchange è possibile e anche doveroso correggere.

    • Sì, io do sempre fiducia al pronostico che ho fatto. Per correggere non so che intendi, ma se parli di copertura intesa come cambio di strategia non lo faccio mai. Al massimo quello che posso fare se penso che ci sia il rischio che le cose non possano andare come non previsto posso chiudere appena ho un void. Ad esempio ieri la mia ipotesi era X2 quando la Fiorentina ho visto che non ha concretizzato il buon gioco con il vantaggio ero abbastanza tranquillo che il match sarebbe finito nella direzione prevista. Se fosse passata in vantaggio la Fiorentina allora avrei aspettato il pareggio della Juve magari per chiudere in void o attivo, ma mai in negativo e mai cambiando logica iniziale. Di questo poi ne riparlerò presto in uno dei futuri articoli visto che è una domanda che mi è stata posta tramite il modulo Contatti.

Di Giulio Giorgetti

Quote Scommesse Calcio

Commenti recenti

Articoli recenti

Categorie

Altri siti