La disinformazione che gira sul betting exchange

L

Oggi rispondo alla domanda di un utente che mi ha scritto in merito al Betting Exchange e colgo l’occasione per focalizzare l’attenzione su tanta disinformazione che gira sul web in merito a questa tipologia di gioco e in generale sul mondo delle scommesse sportive.

Prima di iniziare vi ricordo di non contattatemi mai direttamente, gli unici modi per pormi delle domande dirette sono tramite l’apposita procedura indicata nella sezione Contatti del mio sito GiulioGiorgetti.com in alternativa potete andare su BettingExchange.it utilizzare il motore di ricerca per trovare l’argomento di vostro interesse e, qualora abbiate ancora dubbi, potete lasciare un commento lì. In via eccezionale ho risposto all’email di questo utente, Simone, solo perché ho visto che era piena zeppa di disinformazione.

Riporto l’email ricevuta dall’utente Simone e poi analizzo i vari punti di interesse:
Ora ti spiego ovviamente io sono inesperto e inizialmente muoverò cifre basse per arrivare a investire sui 5 mila/10 mila euro ( che mi entrano entro 2/3 mesi)e vorrei sapere qual è il metodo più profittevole e con il rischio minore. 
Sapevo di questo scalping che da quanto ho capito funziona cosi, faccio un esempio: lunedi escono le quote delle partite e c è ad esempio juventus-torino e mettiamo che la juve la danno a quota 2, io so quasi per certo che la quota scenderà anche di 20 tick cioe 0.20 e se il lunedi stesso dovessi puntare 1000 euro sulla juve a quota 2 quando arriva poi il sabato se la quota è scesa a 1.80 e faccio il cashout prima che inizia il match ho guadagno 200 euro o mi sbaglio? Questa cosa non mi e chiara e nessuno riesce a spiegarmela. Se puoi rispondermi te ne sarei grato
.”

Quando ricevo email che non rispettano la procedura riportata sulla pagina Contatti del mio sito personale in genere le cestino; sono arrivati giorni con decine e decine di messaggi e alla fine ho dovuto creare dei filtri proprio per avere modo di rispondere a tutti coloro che rispettano le regole, ma in questo caso è stato più forte di me ho dovuto rispondergli! La sua email è piena di errori ed è evidente che questo utente abbia navigato su Internet cercando informazioni sul Betting Exchange ed è andato cascare su qualche sito o gruppo Telegram di fanfaroni che gli hanno creato solo tanta confusione.

Cerco quindi di riprendere l’email di Simone con l’obiettivo di rimettere sia lui sia chi come lui è caduto negli stessi problemi, sulla giusta strada.

Nella prima parte dell’email si parla di “Inizialmente muoverò cifre basse per arrivare a investire sui 5 mila/10 mila euro ( che mi entrano entro 2/3 mesi)” .
Siamo matti? Mai e poi mai potrei accettare una situazione del genere. Un utente inesperto che parla di fare movimenti da 5-10 mila euro sul Betting Exchange? Purtroppo già diverse volte vi ho detto che c’è molta disinformazione sul web e purtroppo ci sono tanti fanfaroni che, nel migliore dei casi per incompetenza, e nel peggiore dei casi oltre che per incompetenza anche per malafede, vi dicono di giocare migliaia di euro.

Questo approccio è completamente sbagliato e chi lo fa evidentemente è perché avendo un conoscenza del Betting Exchange molto scarsa si limita a parlare di scalping e a considerarlo come l’unica metodologia di gioco. Visto che lo scalping prevede piccoli profitti, per ottenere guadagni più interessanti sono necessarie grosse cifre, ma di certo questo è un approccio sbagliato e direi anche antico. Nei primi anni in cui era nato nel Betting Exchange, parliamo di circa 20 anni fa, era proprio lo scalping una delle prima cose che si imparava, ma come ho spiegato tante volte è ormai non conveniente utilizzarlo ed è meglio usare al suo posto ad esempio un trading veloce.

Lo scalping ha infatti dei rischi tali che mi sconsigliano di utilizzarlo e mi dispiace vedere che alcuni webmaster che magari hanno letto il mio libro, si sono passati per poi esperti creando siti web e promuovendo lo scalping come se fosse l’unico modo di giocare. Sbagliato. Se da un punto di vista didattico è giusto presentarlo, perché rimane una tecnica per operare con il Betting Exchange, negli anni ha perso di importanza e da ormai diversi anni sto aiutando migliaia di persone a fare bene con questa metodologia di gioco utilizzando delle tecniche più corrette.

In particolare è importante prima di tutto saper già vincere con le scommesse sportive tradizionali se si vuole poi passare al Betting Exchange. C’è anche in questo caso molta disinformazione e persone che dicono che con il “Betting Exchange si vince sempre”, naturalmente è falso; come puoi un sistema essere sostenibile se tutti vincono? Naturalmente lo dicono i soliti fanfaroni del web, quelli che si passano per finti esperti e che spesso si celano dietro falsi nickname e identità, magari su Facebook o Telegram. Per questo motivo ho consigliato di evitare i social se si vuole fare bene con le scommesse sportive. Vedere EVITATE DI SEGUIRE GRUPPI TELEGRAM E FACEBOOK

Se perdete con le scommesse sportive tradizionali, perderete anche con il Betting Exchange. Dovete capire questo punto. Il Betting Exchange è il miglior modo di scommettere, ma bisogna già avere delle buone basi, bisogna ad esempio sapere realizzare dei pronostici vincenti, bisogna saper gestire bene la cassa, saper individuare particolari situazione e gestire bene anche l’aspetto psicologico. Solo una volta che si saranno appresi questi concetti e si sarà iniziato a fare bene con le scommesse tradizionali sarà possibile poi passare al Betting Exchange e a quel punto sarà un vero e proprio divertimento.

Se dovessi utilizzare una metafora è come se l’utente che mi ha scritto, Simone, avendo poca esperienza del Kitesurf decida di fare il freestyle, come minimo ce lo ritroveremo in ospedale. Per chi non conosce il Kitesurf è uno sport bellissimo, un misto tra surf e “paracadutismo” o “vela” se preferite ed è già complicato per gli utenti inesperti andare normalmente, figuriamoci fare il freestyle. Se il Kitesurf non vi aiuta a capire la logica, immaginate gli Sci: se se un utente già trova difficoltà a fare una pista blu, se proverà a fare una pista nera o un fuori pista potrebbe rompersi una gamba o perdere la vita.

Per questo dico se sento dire che un utente inesperto a intenzione di usare lo scalping e in generale di giocare 5 o 10 mila euro mi sento male solo a pensarlo e mi sento di doverlo subito fermare. Purtroppo è stato travolta dall’onda della disinformazione sul Betting Exchange e in generale sulle scommesse sportive.

Così arriva qualche sito di inesperti, o peggio ancora finti esperti, che vi riempie la testa di scalping e trading sportivo, dicendo la baggianate per cui il Betting Exchange non sono scommesse bensì investimenti. Questo è un altro errore, figlio della disinformazione. Il Betting Exchange, anche se può essere utilizzato in una logica professionale, rimane all’interno dell’ambito delle scommesse sportive. Anche in borsa ad esempio esiste lo scalping, ma quando sentite i telegiornali sentite mai parlare di “trading finanziario”? Naturalmente no. Si parla di borsa di Milano, di New York e di Tokyo, perché è quello l’ambito superiore. Aiutatevi con la mappa delle terminologie sul Betting Exchange .

Bisogna capire che lo scalping non è il trading sportivo, bensì uno dei modi per utilizzarlo. Anche il trading veloce ne fa parte e in generale ne fa parte qualsiasi tecnica che alla fine permetta da un utente di utilizzarlo in maniera professionale; si può benissimo aprire una posizione prematch e chiuderla ad esempio 5 minuti prima che finisca la partita.

Ci sono tanti modo di utilizzare il Betting Exchange, tutti documentati sul sito BettingExchange.it, e ognuno deve provare le diverse strategie per trovare poi quelle a lui più familiari.

Ad ogni modo, come ho spiegato, prima di passare al Betting Exchange è necessario saper fare bene con le scommesse tradizionali ed è per questo motivo che ho creato il libro Quote Scommesse Calcio dove è spiegato il metodo QSC che sta aiutando migliaia di persone a fare bene.

Tornando a Simone, la tua simulazione è errata. Che ci sia un movimento prematch di 0.20 non è detto, anzi, può succedere il contrario. Tu parli di mettere 1.000 euro, la quota scenda di 20 tick prematch e allora hai un profitto. Facciamo la simulazione così siamo chiari usando il calcolatore Betting Exchange.

Con questa simulazione, dove volutamente ho messo 100 euro e non 1000, avresti un profitto di circa il 20%, per la precisione 19% vista che va tolta la commissione, solo nel caso in cui la Juventus poi vincerà l’incontro (a quel punto avrei i tuoi 100 euro iniziali oltre che 19 euro per un totale di 119), altrimenti la scommessa andrà in void, quindi non avrai vinto ne perso e riavrai semplicemente indietro i tuoi 100 euro.

La simulazione che ho fatto sopra prevedere una chiusura manuale, quella che chiamo cashout manuale, per gli utenti meno esperti c’è invece il Cashout di sistema che è il pulsante che trovate sui siti di betting exchange che vi indica in tempo reale il possibile guadagno o la possibile perdita.
Se fai un cashout con l’apposito “pulsante giallo” invece che con un cashout manuale, avrai una vincita ripartite in maniera omogenea. In questo caso avrai questa situazione:

In questo caso invece di vincere il 19% e solo se vince la Juventus, avrai un 10,5% circa di vincita in ogni caso a prescindere se il match finisca con segno 1, X o 2.

Questa è la teoria, ma la pratica è che chi ti dice che la quota scenderà? E se la quota si alzerà? Tu parli di mettere di 1000 euro e se poi prematch la quota non dovesse scendere, ma addirittura salire? Rischieresti di buttare 1.000 euro perché magari non riesci a chiuderla prematch.

Tu mi potresti dire: ti pare che la Juventus non vinca o magari non passi in vantaggio? E ti rispondo, in base a quale teoria si fa una considerazione del genere, solo per il fatto che storicamente la Juventus è più forte? Bene, per curiosità sono andato a vedere l’ultimo Juventus – Torino giocato ed è finita 1-1 con i granata che sono passati in vantaggio, quindi con la tua teoria avrei bruciato 1.000 euro.

Tutta questa disinformazione vi sta facendo male, c’è chi gioca usando la leva del guadagno facile per fregarvi. Stateci lontano! Imparate a giocare correttamente.

Nel metodo QSC spiego che bisogna giocare pochi euro, che dovete pensare a divertirvi, che non dovete pensarlo come un lavoro eppure lo dico io che ho dimostrato di avere i pronostici più vincenti al mondo e con il mio libro sto aiutando migliaia di persone a fare bene e sono sempre io che ho fatto conoscere agli italiani il Betting Exchange.

Il mondo delle scommesse sportive se utilizzato con moderazione e intelligenza è divertente e, per quanto mi riguarda mi va benissimo che un utente abbia una cassa anche grande di diverse migliaia di euro, ad esempio di 2.000 o 3.000 euro, ma solo se:
1) Ha già imparato a vincere con le scommesse sportive tradizionali
2) Ha inserito una cassa iniziale di pochi euro, 30 o 50, e nel tempo l’ha fatta salire senza mai ricaricare il conto
3) Se ha fatto prelievi periodici come insegno nel metodo QSC
Quindi per intenderci se un utente che segue il mio metodo arriva ad una cassa di 2.000 euro vuol dire che ne ha vinti molti di più, perché ha fatto prelievi periodici, e ora si è tenuto i 2.000 euro.

Ho spiegato che è sbagliato giocare con soldi vostri, almeno che non siano frutto di vincite e almeno che non abbiate già fatto diversi prelievo.
In ogni caso comunque mai e poi mai vi dico di considerarlo come lavoro.

Purtroppo questa è un’altra leva su cui i fanfaroni cercano di fregarvi, dicendo cose del tipo “Non c’è lavoro in Italia, allora vincete con le scommesse sportive”. Manderei in esilio persone che dicono queste cose e giocano con le vite degli altri.
Purtroppo anche grazie ad una legge fatta male lo scorso anno, il Decreto Dignità, questi tipi di personaggi sono aumentati soprattutto utilizzano i social come Facebook e Telegram. La legge attuale sta mettendo in difficoltà una corretta informazione, perché vietando la pubblicità chi si sta danneggiando sono i bookmaker legali.

A quel punto vi trovate questi fanfaroni che continuano nella loro opera di disinformazione e vi dicono di aprire conti illegali su qualche sito straniero. Anche qui, tutte baggianate, in Italia abbiamo degli ottimi siti, legali, autorizzati da AAMS, sia per le scommesse tradizionali, sia per il Betting Exchange. Clicca qui per la lista dei siti legali.

Quindi caro Simone, ti consiglio di prendere fiato, di stare calmo, di informarti bene e per farlo ti suggerisco di utilizzare solo il sito BettingExchange.it .

Meglio ancora è quello di fare le cose per bene ed iniziare dal principio, imparare a giocare correttamente, magari con il metodo QSC, e fare simulazioni prima di mettere anche solo un euro. Il percorso ideale che consiglio è quindi:
1) Imparare il metodo QSC leggendo l’apposito libro (consiglio il formato cartaceo)
2) Fare simulazioni, magari con le Funzioni Avanzate di Pronostico.it
3) Passare al Betting Exchange solo quando si sarà iniziato a fare bene con le scommesse tradizionali

Per maggiori informazioni su come imparare il Betting Exchange consiglio di leggere questo articolo qui.

Consigli utili per giocare

Clicca qui per informazioni su come aprire un conto Betfair

Clicca qui per la lista dei bookmaker legali consigliati

Clicca qui per attivare le funzioni avanzate di Pronostico.it

Per inserire un commento compilare il form qui sotto. Il gioco è riservato ai maggiori di 18 anni e può provocare dipendenza; giocare solo su siti autorizzati da AAMS.

Informazioni sull'autore

Giulio Giorgetti

Amministratore dello storico sito Quote Scommesse Calcio, il sito con le percentuali di pronostici vincenti più alte al mondo, ora divenuto QSC Pronostici, raggiungibile all'indirizzo QSCpronostici.com

Amministratore del sito BettingExchange.it, disponibile all'indirizzo https://bettingexchange.it, il punto di riferimento in Italia per il Betting Exchange.

7 Commenti

  • Spero di aver chiarito con questo articolo non solo i dubbi di Simone, ma di molti altri utenti che trovano notizie sparsa qua e la. Vi consiglio di usare sempre e solo il sito BettingExchange.it per avere sempre e solo il meglio dell’informazione.

    • Perdonami se la quota della juve da 2 sale a 2.10 io posso comunque fare cashout e non perdere i 1000 euro ma ne perderei solo il 20% quindi 200 giusto? Non rischio che inizi il match, esco 5 minuti prima anche se la quota della juve si è alzata ma almeno ho perso 200 euro e non tutti i 1000 ho sbaglio?

      • Si certo, ma perdi per l’appunto 200 euro. Ti bastano poche partite sbagliate e hai perso tutto il capitale, è sbagliato come approccio.
        Il consiglio è quello di fare il trading prematch solo se hai studiato la partita, hai fatto poi un pronostico e hai piazzato la scommessa, se poi la quota scende improvvisamente a tuo favore allora puoi decidere se uscire, se invece così non sarà avrai comunque un pronostico valido da tenere.
        Se pensi invece di fare soldi solo sui movimenti prematch cadi nelle mani dei soliti fanfaroni che dicono che sanno come andrà il mercato e poi puntualmente sbagliano ed è proprio questa cattiva informazione che combatto.
        Ti consiglio di seguire le indicazioni che ho scritto nell’articolo e fare un processo di maturazione completo nel mondo delle scommesse sportive e, in ogni caso, sperimenta (e a lungo!) prima di mettere anche un solo euro.

        • Vero hai ragione però io sono almeno 3/4 anni che scommetto costantemente ( non voglio fare l’ esperto) e ho notato che ogni settimana c è sempre quella quota che tu dici ” cavolo è regalata” e non dico che poi quel pronostico debba uscire sicuramente però sono quasi certo che scenderà di molto la quotazione e io avrò guadagnato automaticamente senza aver giocato. Poi al massimo se non scende e non sale ma rimane invariata faccio cashout senza aspettare che inizi la partita e non avrò perso nulla.

          • Simone, rispetto ai 3/4 anni tuoi, io ho oltre 20 anni di esperienza nel settore. Ti sto dando consigli reali, poi fai come vuoi, la vita è tua e ci puoi fare quello che vuoi.
            Io da diversi anni sto insegnando le persone ad avere un approccio corretto a questo mondo e migliaia di persone stanno facendo bene grazie a me.

    • Esatto e di sicuro lo scalping è una di quelle che sconsiglio. La si può usare in alcuni casi particolari, ma mai con costanza, troppo pericolosa.

      Detto questo è comunque possibile fare bene con le scommesse sportive con un’ottima preparazione, per questo ho creato Il metodo QSC sta permettendo a migliaia di persone di fare bene, non tutti riescono ad applicarlo bene, ma chi ci riesce e, sono in tanti, riescono a vincere con costanza. Il metodo QSC non usa lo scalping ad esempio, anzi è molto più cautelativo e allo stesso tempo profittevole. In ogni caso tutti coloro che seguono il metodo QSC migliorano il loro modo di giocare.

Quote Scommesse Calcio

Commenti recenti

Articoli recenti

Categorie

Altri siti