Pezzotto per vedere le partite? Un grande errore.

P

Il bello di stare a contatto con migliaia di persone ogni giorno mi permette di essere sempre aggiornato non solo su quali sono le loro necessità, ma anche di capire quali sono le mode e le tendenze.

Nel settore sportivo, una delle parole che ho iniziato a sentire dire spesso è “Il Pezzotto” per vedere le partite di calcio. In realtà non c’è niente di nuovo in questo termine poiché si tratta di quella tecnicamente è chiamata IPTV, la novità sta solo nel fatto che affibbiandogli un nome napoletano si prova a rendere più simpatica una cosa che invece è illegale.

Un po’ come quando invece di chiamare l’eroina si usa il termine “robba” o per definire l’ecstasy si parla di “chicca”; il punto in comune è uno solo, si parla di cose illegali e nocive.

In sostanza il Pezzotto, o per dirla alla napoletana O’ Pezzott, è il termine che si sta utilizzando al momento per ottenere in maniera illegale contenuti protetti dal diritto d’autore; questi possono riguardare partite di calcio, serie tv, film e qualsiasi altro contenuto in genere trasmesso sui canali satellitari come SKY o piattaforme di streaming come Netflix e DAZN.

Quale è il vantaggio per gli utenti? Nessuno. O meglio, per chi non sa guardare oltre il proprio naso, pensa di fare un affare nel prendere al mercato nero un abbonamento che gli permette di vedere in maniera illegale dei contenuti. Il costo è basso, ma il parallelo da fare è come quello con la droga: anche essa è economica ormai, ma fa male ed è fuorilegge.

Ci sono diverse motivazioni per cui chi ha acquistato O’ Pezzott dovrebbe subito smettere di utilizzarlo, vediamole insieme.

O’ Pezzott è illegale

Il primo punto, quello per il quale nemmeno si dovrebbero leggere le altre motivazioni, è che il Pezzotto è assolutamente illegale. State lontano da quei fanfaroni, in genere utenti fake che magari vi contattano su Facebook o Telegram, che provano a rifilarvi questa robbaccia.

Facendo riferimento ad un mio caro amico finanziare che gentilmente mi ha fornito informazioni in tal senso, chi utilizza il Pezzotto invece di acquistare gli abbonamenti originali “rischia fino a 4 anni di carcere e una multa fino a 15.000 euro per la violazione dell’art. 171-ter della Legge 633/41 sulla protezione dei diritti d’autore. Proprio l’articolo 171 della legge sul diritto d’autore regola le pene anche per gli utilizzatori finali […] l’utente finale rischia fino a 3 anni di carcere e una multa che può andare da 2.582 ai 25.822 euro.“.

Quindi badate bene, si parla di reato penale e riguarda l’utilizzatore finale

State molto attenti alle vostre azioni; pensando di fare i furbi in realtà stata violando il codice penale e rischiate il carcere e una multa; in genere se non avete precedenti gli anni di carcere sono commutati in una sanzione pecuniaria, quindi altre migliaia di euro da sborsare.

Quello che mi domando è: chi utilizza il Pezzotto, lo fa perché si sente furbo, perché è ignorante o perché non ha il rispetto delle leggi e del prossimo?

Violare il diritto d’autore è un’azione gravissima ed una mancanza di rispetto verso coloro che hanno prodotto quei contenuti, ma allo stesso tempo avere la mente leggera nell’acquistare prodotti illegali significa comportarsi da cattivi padre di famiglia.

Che insegnamento state dando ai vostri figli? Magari andate in chiesa la domenica, pagate le tasse regolarmente e poi così, all’improvviso, vi divertite con leggerezza a violare il codice penale? Magari vostro figlio e la vostra figlioletta sono lì che utilizzano O’ Pezzott e tra qualche anno saranno loro a violare le leggi come se nulla fosse? Non ci pensate al loro futuro?

Quindi davvero, quando vedo questa leggerezza nell’infrangere la legge mi domando veramente se siate in preda all’ignoranza o alla presunta furbizia; in ogni caso siete sulla cattiva strada.

Il pezzotto alimenta le mafie

Come dietro alle slot machine truccate (quelle non collegate con ADM/AAMS) c’è la ‘ndrangheta, state sicuri che dietro ogni abbonamento O’ Pezzott c’è la criminalità organizzata. Se si chiami camorra o con un altro nome non lo so, quello che è palese è che per creare un’infrastruttura di questo tipo non bastano alcuni nerd scellerati.

Ogni euro che pagate finisce in un modo o nell’altro ad alimentare le mafie, poi non meravigliatevi se vostro figlio un giorno rimane vittima innocente di una sparatoria tra spacciatori di droga, quando siete voi i primi a non rispettare la legge e a foraggiare l’illegalità.

Non meravigliatevi nemmeno se vostra figlia di 14 anni inizierà a frequentare uno spacciatore, siete voi dopotutto che le avete insegnato che è inutile rispettare le leggi e che bisogna trovare la via facile e illegale sotto gli ordini del dio denaro.

Il pezzotto è inutile per vedere il calcio

Se già i primi due punti non vi sono bastati, se siete persone senza valore morale e se amate foraggiare le mafie, allora il terzo motivo forse è quello che più vi interessa: O’ Pezzott, per il calcio è inutile.

Ci sono tre tipologie di persone con cui sono a contatto che sono interessati alla questione partite di calcio in diretta: sportivi, tifosi e scommettitori. 

Nel contesto attuale metto insieme sportivi e tifosi e dico che avere il Pezzotto per vedere una partita è come non averlo. Per sua natura il calcio è bello quando lo si vede in diretta; questo è il motivo per cui a volte si prende il biglietto di una partita importante con molti giorni di anticipo o perché magari c’è chi fa la notte per svegliarsi ed essere il primo della fila al botteghino. Il fascino della diretta è immenso e se non ci fosse questo elemento il calcio non sarebbe più il calcio. Che tifiate Juventus o Napoli, Roma o Lazio, Milan o Inter, Tor De Cenci o Ostiamare, volete esultare nello stesso momento in cui il pallone entra in rete, non uno o due minuti dopo!

Esatto, con il Pezzott’ dimenticatevi il tempo reale, i vostri vicini avranno già urlato di gioia da almeno un minuto e voi sarete ancora lì ad aspettare che succeda qualcosa. Invece di vedervi il calcio sul Pezzotto fate prima a suonare il campanello ai vostri vicini e chiedervi di ospitarvi per vedere insieme il match.

Si chiama “latenza”, la differenza tra il tempo reale e quando il segnale viene replicato sul vostro dispositivo, e, se già per uno sportivo e un tifoso uno o due minuti di differenza sono una cosa triste, lo è ancor di più per gli scommettitori.

Se vi piacciono le scommesse allora il Pezzotto è il più grande errore che potete commettere; non solo è inutile, ma disutile. In pratica voi starete vedendo un’altra partita rispetto a quella reale che si sta giocando, dal momento che sarete sempre molto più indietro nella visione delle immagini.

Pensando di spendere di meno, alla fine perdere molti più soldi perché non potrete prendere decisioni in tempo reale e uscire al momento giusto magari proprio grazie al Betting Exchange. Così vedrete delle immagini che saranno sempre più vecchie rispetto alla realtà e questo sarà deleterio per il vostro portafoglio.

Soluzioni

Quale è la via alternativa allora al Pezzotto? Semplice, la legalità.

Scegliete quello che volete, pensate alle vostre passioni e prendete una decisione.

Se amate film e serie tv vi basta Netflix per avere un catalogo eccezionale a circa 10 euro al mese e l’account lo potete condividere magari con i vostri fratelli e dividere la spesa. Con pochi euro avete la migliore offerta disponibile sul mercato e per disdire l’abbonamento vi basta un clic; senza nessuna raccomandata, nessuna telefonata, nessuno che prova a richiamarvi al telefono per farvi cambiare idea. Se poi ci ripensate, con un altro clic lo riattivate subito, più semplice di così, si muore.

Se amate il calcio i costi si alzano, ma è normale se si pensa che un biglietto per andare allo stadio ormai costa un occhio della testa. Da un punto di vista tecnologico la migliore soluzione è in Italia, nel momento in cui scrivo, Dicembre 2018, SKY. La visione tramite connessione satellitare vi permette di avere un segnale forte e un tempo di latenza ridottissimo, tale da permettervi sia di esultare al momento giusto, sia di poter scommetterci sopra.

Il problema è il costo, poiché SKY obbliga ad abbonarsi anche al pacchetto base e questo porta quindi a dover spendere, per un calcio nemmeno completo, circa 50 euro al mese. Capisco che per alcuni può essere molto, ma il punto è che se si vuole qualcosa di qualità, la si deve pagare.

A questi 50 euro vanno aggiunti poi 10 euro al mese circa di DAZN, quindi alla fine se amate il calcio, se vi piacciono la Serie A, la Champions League e l’Europa League, 60 euro è la cifra da spendere. Alla fine è una spesa tollerabile se considerate che vi basta una partita allo stadio per spendere la stessa cifra tra biglietto, benzina e pasti.

C’è anche una soluzione alternativa per quanto riguarda il calcio di Sky ed è MyTV, il costo è di circa 30 euro al mese e solo in modalità streaming. Personalmente però, per pochi euro di differenza suggerisco il satellite, inoltre tenendo conto che la stessa partita è trasmessa sia da Sky che MyTV vi ritroverete il problema che i vostri vicini di casa esulteranno molto prima di voi.

Il problema invece non si pone con DAZN, se è vero che esulterete in ritardo rispetto a chi è allo stadio, lo farete comunque in contemporanea con i vostri vicini visto che anche loro come unico modo per vedere la partita devono avere questo abbonamento.

In conclusione, per Serie TV e Film vi bastano circa 10 euro al mese con Netflix per avere una grandissima offerta e questo costo lo potete anche condividere con un parente.

Per il calcio invece una spesa di circa 60 euro al mese dovete considerarla, ma tenendo conto che molto probabilmente è una delle vostre passioni più grandi, credo sia un costo ampiamente giustificato.

Se 60 euro sono troppi, allora è meglio non guardare il calcio che fare l’errore di alimentare le mafie con il Pezzotto; mentre 10 euro al mese per film e serie tv, da vedere quanto volete e in piena legalità è  la strada che suggerisco.

Clicca qui per registrarti a Betfair con 100 euro di bonus
Il gioco è riservato ai maggiori di 18 anni e può provocare dipendenza.

Iscrivetevi al mio canale YouTube per migliorare giorno dopo giorno.


Informazioni sull'autore

Giulio Giorgetti

Amministratore dello storico sito Quote Scommesse Calcio, il sito con le percentuali di pronostici vincenti più alte al mondo, ora divenuto QSC Pronostici, raggiungibile all'indirizzo QSCpronostici.com

Amministratore del sito BettingExchange.it, disponibile all'indirizzo https://bettingexchange.it, il punto di riferimento in Italia per il Betting Exchange.

7 Commenti

Di Giulio Giorgetti

Quote Scommesse Calcio

Commenti recenti

Articoli recenti

Categorie

Altri siti