DAZN pro e contro: tutto quello che c’è da sapere

D

Con la stagione 2018-2019 si è aperta una nuova era nella gestione dei diritti sul calcio, in realtà si tratta in parte di un ritorno all’antico quando circa 20 anni fa è arrivata la possibilità di vedere in diretta le partite.

Il nuovo nome con cui gli italiani stanno subito prendendo familiarità è DAZN e non solo perché c’è il volto della bellissima Diletta Leotta, ma perché offre ogni turno di Serie A ben 3 partite del massimo campionato di calcio. In realtà DAZN offre molto altro, e ora analizzo pro e contro di questa nuova piattaforma cercando di chiarire una volta per tutte la situazione.

Anticipo subito due cose:
1) DAZN funziona bene. I prodotti vanno valutati per quello che sono nati e DAZN è noto come piattaforma di streaming, quindi è ottimo in tal senso. I problemi nascono per altri motivi e cercherò di spiegare come risolverli.

2) Si legge DAZON, non DAZAN (mica è Tarzan!) come alcuni miei amici napoletani lo stavano chiamando 🙂

DAZN: punti di forza

Inizio con il dire che DAZN è un ottimo servizio di streaming di eventi sportivi, può essere paragonato ad una sorta di Netflix dello sport. Considerando che sempre di più il mondo dell’intrattenimento si sta spostando verso Internet si tratta di un passaggio obbligato che prima o poi doveva esserci.
Avere la possibilità di fare un passaggio graduale dei sistemi italiani verso lo streaming significa essere semplicemente in linea con i tempi.
La possibilità di vederlo in streaming permette di poterci collegare in maniera semplicissima ovunque noi siamo, basta avere una connessione Internet ed il gioco è fatto.
Per utilizzare DAZN non serve abbonamento, non servono apparati aggiuntivi, si può semplicemente pagare mese per mese un canone di solo 9,99 euro e si può puoi disdire in qualsiasi momento. Bello, semplice, come Netflix.
Personalmente amo servizi di questo tipo perché sono in linea con i tempi, fare una disdetta con i vecchi sistemi italiani era diventato un incubo, raccomandata andata e ritorno che non arrivavano, costi nascosti, insomma un bagno di sangue.
Con DAZN potete utilizzarlo il mese che volete, poi lo potete interrompere e poi riprendere.
Per intenderci se volete vedere solo la Serie A potete pagare solo il mese che volete.
Non solo, già 9,99 sono pochi, ma potete condividere il vostro account anche con un vostro familiare perché si possono collegare due dispositivi in contemporanea, quindi potete spendere 5 euro al mese.
Ora ditemi quale altro servizio vi offre la Serie A a 5 euro al mese e potete disattivarlo in qualsiasi momento? Semplice, nessuno. Nemmeno 9,99 euro.
E ancora, su DAZN c’è molto di più che la Serie A, c’è anche tutte le partite di Serie B, le partite di Ligue 1, Liga spagnola di Lionel Messi, le partite di Coppa Sudamericana e di Libertadores. Non solo, se amate anche altri sport potete apprezzare baseball, rugby, motori e molto altro.
Io personalmente l’ho fatto principalmente per la Serie A e la Serie B, ma c’è veramente tanta roba.
Uno dei punti di forza di DAZN è il fatto che è interamente dedicato allo sport, quindi quando aprite il sito avete ogni giorno un bel palinsesto da cui scegliere.
Andando avanti tra i punti di forza DAZN offre dei contenuti esclusivi che non trovate da nessuna parte come ad esempio l’esclusiva che ha con Cristiano Ronaldo. Accedendo ora a DAZN potete già vedere l’intervista e gli speciali a lui dedicati.
In generale vi dico, all’inizio ero scettico, pensavo che avrei avuto problemi di connessione con DAZN e invece pur essendo la mia linea non particolarmente efficiente, sto vedendo le partite alla grande.
Quindi il mio giudizio su DAZN è assolutamente positivo, per questo motivo lo consiglio.
Al dire il vero al momento sto ancora testando la versione gratuita, infatti il primo mese è gratis, ma già me ne sono innamorato.
Per registrarvi a DAZN con un mese gratis potete fare clic qui

DAZN: Punti di debolezza

I punti di debolezza di DAZN non sono specifici di questo prodotto, bensì dell’ambito in cui si muove cioè lo streaming. Ho iniziato ad usare Internet dai primi anni 90, quando nemmeno c’erano i browser, all’epoca dissi “Internet è il futuro”. Probabilmente è stato il mio pronostico più facile, ora Internet è non solo il futuro, ma il presente e tra 10 anni sarà talmente integrato nella società che lo considereremo normale come se fosse l’acqua o l’energia elettrica e potremo quindi considerarlo passato.
Come ho detto quindi è assolutamente normale che si inizi ad usare la rete per accedere ai contenuti relativi agli eventi sportivi.
Il problema è che l’Italia da un punto di vista tecnologica è matura, ma non del tutto. Ci sono ancora molte generazioni di italiani che usano poco Internet, che hanno connessioni scadenti e che magari hanno ancora dei sistemi operativi con le ragnatele.
Se avete un sistema operativo aggiornato, una linea Internet normale, potete vedere DAZN in maniera molto semplice e senza interruzioni di reti.
So per esperienza diretta che ci sono stati problemi nei primissimi giorni, ma ora sono stati risolti. La cosa che mi ha dato più fastidio è stato però l’integrazione con Sky Q, il padre di un amico mi aveva chiesto se potevo configurarglielo, e non c’è stato modo. In questo caso la colpa non so di chi fosse, diciamo che Sky probabilmente si sarebbe anche potuta muovere con più anticipo, però alla fine ho risolto installando DAZN su tablet come emergenza in attesa che l’assistenza di Sky risolva il problema.
Quindi, premesso che i problemi tecnologici in realtà non esistono se avete delle situazioni normali e non materiale preistorico, il vero difetto che non mi piace non è specifico di DAZN, ma bensì di tutti i siti di streaming: il tempo di latenza è troppo alto.
Proprio tornando al caso del padre del mio amico a cui ho configurato DAZN per poter vedere Lazio – Napoli è successo che è arrivato una notifica Twitter che segnalava il goal del 1-2 del Napoli con circa 40 secondi di anticipo. Ora, per fortuna ero a casa di tifosi del Napoli, quindi quei 40 secondi sono stati quasi una piacevole attesa, ma immaginate che stress se la stessa cosa fosse successa con un tifo della Lazio.
Non solo, con tempi di latenza di 40 secondi circa, è di fatto limitata moltissimo la possibilità di utilizzarlo per le scommesse sportive live.
Sapete che amo il Betting Exchange, sapete che è il miglior modo di scommettere, ma se si hanno 40 secondi di latenza sono troppi.
Quindi il mio consiglio è quello di non scommettere sulle partite che vedete in streaming almeno che non siano offerte dai bookmaker stessi.
Ho fatto questa prova, c’era una partita di campionato, non ricordo quale, forse la Ligue 1, che era trasmessa sia da Betfair che da DAZN. Su Betfair, pur essendo la qualità molto limitata, la partita aveva un tempo di latenza normalissimo, pochi secondi, ciò permetteva di poterlo utilizzare per le scommesse. Con DAZN invece i tempi di latenza erano di circa 40 secondi.
Come mai questa differenza? Semplice, DAZN cerca di offrire contenuti di alta qualità, quindi invia più dati sulla rete e quindi i tempi di latenza sono più lunghi.
Il mio consiglio è quindi di utilizzare per le scommesse solo gli streaming di Betfair o su satellite, mentre utilizzare DAZN per seguire partite su cui non avete giocato o per vedere la vostra squadra del cuore. Dovete stare tranquilli, non potete scommettere se i tempi di latenza sono alti, quindi gustatevi la partita da sportivi.

Consiglio per vedere DAZN al meglio

Non so se vale anche per voi, ma sia DAZN che Netflix li vedo molto meglio se li apro dalla mia Playstaion 4. Ho installato l’app di DAZN su PS4 e mi va alla grande, oltre ad avere un software più facile da gestire grazie al controller (o come preferisco chiamarlo io “Joystick”, chi è degli anni 70 come me capirà). Provate anche voi se avete la PS4, altrimenti vi consiglio di avere il sistema operativo aggiornato e di assicurarvi di avere una buona connessione Internet.

Come vedere gratis DAZN per il primo mese

Di seguito riporto un video in cui ho mostrato in pochi secondi come fare per registrarsi e godere subito della possibilità di vedere per un mese gratis DAZN.
Clicca qui per registrarti a DAZN con un mese gratis

Quote

Clicca qui per registrarti a Betflag
Clicca qui per registrarti a Betfair
Il gioco è riservato ai maggiori di 18 anni e può provocare dipendenza.





Iscriviti al mio canale Youtube


Se ti è piaciuto questo articolo condividilo utilizzando i pulsanti qui in basso.

Informazioni sull'autore

Giulio Giorgetti

Amministratore dello storico sito Quote Scommesse Calcio, disponibile all'indirizzo www.QuoteScommesseCalcio.com, il sito con le percentuali di pronostici vincenti più alte al mondo.

Amministratore del sito BettingExchange.it, disponibile all'indirizzo https://bettingexchange.it, il punto di riferimento in Italia per il Betting Exchange (Punta e Banca).

12 Commenti

  • E voi come vi state trovando con DAZN? Avete una buona connessione, siete sicuri di aver un sistema operativo decente e aggiornato? Avete provato con la Playstation?

    • Io Lazio-Napoli l’ho vista sul PC, ed è stato uno strazio, tranne il risultato, (tifo Napoli). Mio figlio non c’era, ma ora che è tornato si sta scaricando l’applicazione per PS4 e quindi spero di vedere Napoli-Milan meglio.

      • Il problema dei PC è è il sistema operativo, in genere Windows è poco performante per non parlare degli antivirus che possono rallentare pesantemente il sistema. Se riesci ad installarlo sulla smart TV o appunto tramite PS4 non solo lo dovresti vedere meglio, ma soprattutto te lo vedi comodamente sul televisore come se fosse il satellite 😉

  • Ciao Giulio, non ho ancora provato ma non penso nemmeno di farlo. E’ una questione di principio. Dici bene 10 euro sono pochi forse, ma bisogna comunque avere una connessione valida (e pagarla)…e poi? dove lo guardo ? sul tablet? con tutta la famiglia che si spreme la vista per mettere a fuoco sul piccolo schermo? non tutti hanno ancora una smart tv…men che meno una playstation. Per non parlare del collegamento da fare tra PC e televisione. Come se non bastasse, ecco la beffa: sky ha tenuto invariati il costo di listino dei suoi pacchetti spezzettando qua e là le partite per cercare di colmare la lacuna lasciatagli dalla cessioe di alcune a DAZN. Non so spero di sbagliarmi, ma non siamo ancora pronti – a mio modo di vedere – a questa situazione.

    • Ciao Teuz, se non hai nemmeno Internet allora non è che non siamo pronti, sei tu che sei un po’ indietro con i tempi 🙂 Internet è ormai un must, tu dici che 9,99 sono tanti, ma c’è qualcosa che non mi torna, forse il tuo è solo un atteggiamento prevenuto senza averlo nemmeno provato.
      Pensaci, dici che 9,99 sono tanti e che serve la linea Internet.
      Partiamo da quest’ultima, in teoria si parte dal presupposto che ormai nel 2018, quasi 2019, una linea Internet ci sia a disposizione di una casa e se non ce l’hai personalmente credo sia utile iniziare ad averla, ma quella è una questione tua personale.
      Andiamo avanti, parliamo del prezzo 9,99 euro. Bene, se lo paragoni a Sky ad esempio il costo è ridicolo, nel senso basso. Dopo che ho fatto Netflix ho tolto il Cinema da Sky e malgrado tutto spendo tra i 40 e i 50 euro per vedere solo il calcio. Ora come sono paragonabili 40-50 euro al mese contro i soli 9,99? Quindi perché dici che è tanto? Non solo, con il fatto che puoi dividere il costo con un familiare puoi addirittura pagare 5 euro al mese.
      Quindi scusami, ma il tuo mi sembra solo un atteggiamento critico ingiustificato.
      Chiudo dicendo che non sei costretto a vederlo sul PC o Tablet, quelle sono opzioni in più! Puoi vederlo benissimo sul televisore, ci sono tanti modi per farlo.

      • No no, ho riletto per vedere se mi ero spiegato male, ma non ho mai detto che 9,99 sono tanti anzi, avevo detto che sono pochi. Su Internet hai ragione, io ce l’ho e il tuo discorso è più che giusto. Però non è ancora obbligatorio per legge averlo, e specie le persone più anziane magari non sono così propense ad utilizzarlo. Comunque si, spinto anche da mio fratello e mio papà faremo la prova gratuita e nel caso sarò ben felice di rimangiarmi quanto detto.

  • Io DAZN non l’ho ancora provato. Probabilmente il mese gratuito lo farò. Poi vedremo.
    In casa ho la fibra ed i pc hanno tutti Windows 10. Non ho la Playstation.

    Una domanda: sapete se su NowTv i tempi di latenza sulla trasmissione delle partite di serie A sono “compatibili” per poterci scommettere ?

    • Ciao Davide,

      parto dall’ultima domanda: come ho anticipato tutti i siti di streaming in alta qualità hanno tempi di latenza lunga, non compatibili con un discorso “scommesse”. O meglio, puoi anche farlo, ma ti perdi la grande chance che hai ad esempio con il Betting Exchange di uscire in anticipo, magari da un calcio d’angolo o un calcio di punizione dal limite.
      Quindi la risposta è NO, e non riguarda DAZN, ma NowTV e tutti i siti di streaming di alta qualità Gli unici streaming buoni per scommettere come ho scritto nell’articolo sono quelli dei bookmaker stessi, che usano una qualità più bassa. Sono due gestioni differenti, in un caso si premia la qualità video, nell’altro è importante tempi di latenza bassi.
      Per quanto riguarda la visione ti consiglio di provare a vedere se il tuo televisore è uno smart tv, quasi tutti quelli di nuova generazione ormai lo sono.

      • Grazie della risposta.

        La mia TV, l’ho controllata, non ha lo smart tv. Non è così recente ma funziona.

        Come hai scritto in un commento precedente per una questione economica sto dismettendo l’abbonamento Sky sulla parabola per mettere NowTv via fibra sia per risparmiare e sia perchè mi piace l’idea di non essere vincolato ad un contratto, disdicendo quando voglio e vedendo i contenuti che mi interessano (cosa che con Sky e la sua proposta commerciale non è possibile).

        Mi rendo conto che dovrò decidere se vedere le partite di serie A e B, oppure per questi campionati scegliere tipologie di scommesse dove, per esempio, esco se segnano un gol, oppure scommettere su campionati trasmessi su Bet365 o Betfair lasciando perdere i campionati italiani.

        Come dice poi un sonetto “del doman non c’è certezza” e spero che la situazione possa migliorare in futuro. Magari uno dei due BM che ho citato riprenderà (l’anno scorso Bet365 lo faceva) a fare lo streaming di A e B, oppure ci sarà una tecnologia che ridurrà questi tempi di latenza. Chissà…

  • Da quanto sento da amici ieri DAZN è andato bene, evidentemente nei giorni scorsi si è pagato solo un po’ di impreparazione tecnologica in primis da parte degli utenti. Comunque come vedete la tendenza sarà sempre più questa, quella di andare su prodotti in streaming fino a quando in futuro riusciremo anche ad avere una rete in alta qualità e con tempi di latenza equivalenti a quelli del satellite.
    Vedo bene l’arrivo di DAZN, allo stesso modo di come ho visto bene l’arrivo di Netflix, sono prodotti moderni, a costi bassi e che permettono di essere disdetti in qualsiasi momento. Questo è l’approccio corretto.
    L’arrivo di prodotti di questo tipo aiuterà l’Italia a crescere da un punto di vista tecnologico, sono sempre più gli utenti che chiamano per avere delle linee più veloci e io stesso coglierò l’occasione nei prossimi giorni per chiedere se è possibile un potenziamento.
    Quindi va tutto bene, unica pecca che sia DAZN che Netflix non sono italiane: cosa aspettano gli imprenditori italiani a farsi avanti? Un prodotto simile sul mercato è Spotify, per la musica, ed è nato in Svezia. Sono tutte idee abbastanza semplici, perché non realizzare qualcosa in Italia?

    • Ciao Andrea, sì c’è! Io ho un televisore Philips, smart tv, e c’è anche se il miglior rendimento come ho spiegato ce l’ho con la PS4.

Di Giulio Giorgetti

Quote Scommesse Calcio

Commenti recenti

Articoli recenti

Categorie

Altri siti